Referendum, Morrone attacca Sindaco e Giunta: “la scuola paritaria è un tabù”

[articolo/intervista da Radio Città del Capo ad Andrea Morrone, consulente giuridico del Comitato]

Qui puoi ascoltare l’intervista a Andrea Morrone

30 giu. – Il ricorso davanti ai giudici e la riproposizione del referendum (probabilmente più di uno): queste le strade che si aprono per il Comitato Articolo 33 che si è visto bocciare dalla maggioranza dei garanti il quesito sul finanziamento alle materne private paritarie. Lo ha detto questa mattina ai nostri microfoni Andrea Morrone, costituzionalista e consulente giuridico del Comitato.

“Quello che faremo dovremo ancora valutarlo”, ha detto Morrone, “di sicuro questa decisione ci lascia molto sorpresi, non pensavamo che sulla base di argomenti molto teorici, per nulla legati al contenuto del quesito, il quesito stesso venisse dichiarato inammissibile”.

Morrone lancia un attacco al sindaco e alla giunta: “Trovo bizzarro che da parte dei vertici dell’amministrazione si parli di un confronto pubblico sul tema della scuola e si impedisca che questo confronto si possa fare con il principale degli strumenti di partecipazione. Ho l’impressione che in questa città ci siano argomenti tabù e uno degli argomenti tabù è proprio quello del rapporto pubblico privato nella gestione del servizio scolastico. Su questo c’è una consociazione che taglia trasversalmente l’asse politico che va dalla destra, passa per il centro e arriva a componenti anche rilevanti del centro sinistra.”

  • Print
  • email
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn