Partecipa al contest creativo “Davide contro Golia”!


Logo Nuovo Comitato Articolo 33CONTEST CREATIVO “DAVIDE CONTRO GOLIA”

Il comitato promotore del referendum consultivo sui finanziamenti del Comune di Bologna alle scuole materne private paritarie indice un contest creativo, dal titolo “Davide contro Golia” [scarica il bando].

UN PO’ DI STORIA

Dal 1995 il Comune di Bologna elargisce finanziamenti, aumentandoli anno dopo anno, alle scuole materne private federate alla FISM, associazione cattolica. Tali finanziamenti sono stati confermati anche per il quadriennio 2012-2015 e ammontano a più di 1 milione di euro all’anno. Le stesse scuole private ricevono finanziamenti anche dalla Regione Emilia-Romagna e dallo Stato centrale. E’ impossibile conoscere i bilanci di queste scuole, in quanto per la maggior parte sono soggetti giuridici riconducibili a enti religiosi, ai quali è concesso di non renderli pubblici. Per approfondimenti utili alla presentazione degli elaborati, i creativi possono consultare il “Vademecum sulle scuole private paritarie” al seguente indirizzo internet http://goo.gl/gLmZ6

Nel 2012 il Nuovo Comitato Articolo 33 ha ottenuto che il quesito referendario fosse approvato e domenica 26 maggio 2013 i cittadini e le cittadine bolognesi saranno chiamati ad esprimersi nelle urne. Potranno scegliere quale messaggio politico inviare all’Amministrazione: continuare a destinare i suddetti finanziamenti comunali alle scuole paritarie private o destinarli invece alle scuole comunali e statali.

Noi chiediamo che i soldi di tutti vadano alla scuola di tutti, comunale e statale, la scuola della nostra Costituzione.

PAROLE D’ORDINE

Una lista di parole, tag, concetti chiave, che possono rivelarsi utili ai creativi: referendum, scuole private, partecipazione, domenica 26 maggio 2013, Comune di Bologna, scuola pubblica, laica, gratuita, inclusiva, articolo 33, Costituzione, senza oneri per lo Stato, voto, cittadini, coscienza civica, soldi di tutti, scuola di tutti, tutti per la scuola pubblica, bene comune, cambiamento di rotta.

OBIETTIVI DEL CONTEST

A differenza di chi sostiene la necessità e la giustezza del continuare a finanziare con fondi pubblici le scuole materne private, le nostre risorse economiche sono quasi inesistenti. Non ci vergogniamo a scriverlo, perché crediamo nella forza delle idee e nella capacità della cittadinanza di mobilitarsi dal basso, senza attendere “ordini di scuderia” calati dall’alto. Siamo insomma tanti volenterosi Davide contro un grosso e potente Golia, un coacervo di grandi forze politiche, associazioni di categoria, Curia, sindacati cattolici, giornali. Data questa situazione, dobbiamo necessariamente puntare al massimo della viralità, far sì che i messaggi dei referendari siano spontaneamente veicolati da un numero crescente di cittadini. Abbiamo dunque bisogno di una comunicazione chiara, incisiva, perfettamente confezionata e che invogli alla diffusione. Abbiamo bisogno di voi, creativi, per produrre l’immagine simbolo della campagna elettorale e uno o più slogan che l’accompagneranno.

CHI PUO’ PARTECIPARE AL CONTEST

Tutte e tutti, donne e uomini, maggiorenni e minorenni, residenti e non residenti nel Comune di Bologna.

REGOLE MINIME

  1. I partecipanti potranno, a loro scelta, inviare: 1) una o più proposte di immagine simbolo della campagna elettorale; 2) uno o più slogan che riassumano gli obiettivi del comitato promotore sopra esposti; 3) una o più proposte di immagine simbolo e uno o più slogan.
  2. L’immagine simbolo della campagna elettorale dovrà preferibilmente usare i colori della Repubblica Italiana, verde bianco e rosso. Il formato dei lavori grafici dovrà essere vettoriale, affinché possa essere ingrandito e stampato senza perdita di qualità.
  3. Per gli slogan, che non devono superare i 140 caratteri compresi gli spazi, è sufficiente un file di testo.
  4. Gli elaborati vanno inviati come allegati a comitato.articolo.33@gmail.com; nell’oggetto della mail indicare: Contest creativo “Davide contro Golia”.
  5. Gli elaborati vanno presentati entro e non oltre le ore 24.00 del 2 marzo 2013.
  6. L’invio degli elaborati coincide automaticamente con la liberatoria al loro uso da parte del Nuovo Comitato Articolo 33.
  7. Il comitato referendario procederà a una insindacabile selezione e, in anticipo, ringrazia sinceramente di cuore quanti si metteranno in gioco partecipando.

AH! DIMENTICAVAMO IL PREMIO!

Detto brutalmente: non abbiamo un euro. Non vincerete premi in danaro, bensì riceverete in cambio dei vostri lavori gloria perenne e imperitura e la soddisfazione di aver dimostrato che si può vincere contro i poteri forti. E che poteri!

I nomi degli autori dei lavori giudicati più interessanti, e quindi da utilizzare durante la campagna referendaria, saranno pubblicati sul sito del comitato promotore.

Se, come noi, Vi sembra una sfida interessante che merita d’essere giocata, mettetevi al lavoro, inviateci le vostre creazioni e contribuirete a rendere Bologna una città migliore.


NUOVO COMITATO ARTICOLO 33
http://referendum.articolo33.org
http://twitter.com/articolo33
http://www.facebook.com/referendum.articolo33
  • Print
  • email
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn