Bologna e il partito poco democratico

[articolo di Wu Ming da Internazionale del 18 marzo 2013]

Questa è la storia di Davide contro Golia, Ulisse contro Polifemo, Beowulf contro Grendel. Solo che il finale è ancora da scrivere. È la storia di un gruppo di cittadini bolognesi, di varia provenienza ed età anagrafica, che di fronte al dissesto della scuola pubblica ha deciso di dare un segnale al manovratore. Prima che sia troppo tardi.

Questa è la storia di un comitato che si richiama all’articolo 33 della costituzione, che ha radunato intorno a sé alcune forze politiche minori, pezzi di sindacato, movimenti, associazioni, e ha sfidato l’intero apparato burocratico e politico dell’amministrazione locale, dei grandi partiti, della chiesa.

Un’impresa apparentemente folle, degna di un poema antico, che, comunque andrà a finire, merita di essere cantata.

Continua la lettura su Internazionale

  • Print
  • email
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn