Carlo Flamigni: «Il sindaco non dica sciocchezze»

Carlo Flamigni, il noto ginecologo, padre della fecondazione assistita, da sempre in prima linea per difendere la laicità dello Stato, ha deciso di aderire all’appello nazionale per “fermare l’offensiva contro la scuola pubblica” per tre ragioni: la prima rigurda proprio la necessità di difendere la laicità delle istituzioni e della scuola pubblica; la seconda sta nell’apprezzamento dello strumento referendario; la terza sta nell’esemplarità di Bologna, città da sempre laica. “Il referendum è uno strumento per evitare che una legge creontea ci faccia dei danni” dice Flamigni. All’obiezione dei difensori del sistema delle convenzioni, e cioè che senza contributo pubblico 1600 bambini rimarrebbero senza posto a scuola, Flamigni risponde che la distribuzione delle risorse può essere rivista e che comunque compito della politica è scegliere delle priorità.

Clicca qui per leggere l’articolo completo e ascoltare l’intervista su Radio Città del Capo.

  • Print
  • email
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn

Category: Analisi, News  |  Tags: , ,