Non un seggio in più

Riceviamo oggi dall’amministrazione comunale il decreto del 18 aprile con il quale il sindaco dispone l’individuazione dei seggi per il referendum del 26 maggio. Da una rapida comparazione risulta con chiarezza che non un seggio in più è stato aggiunto rispetto alla proposta mostrataci qualche giorno fa dall’assessore Matteo Lepore. Permangono quindi tutte le difficoltà che i promotori del referendum, supportati da pareri autorevoli come quello del professor Ignazio Drudi, avevano già fatto presente: i 199 seggi consentono solo al 38% dei cittadini di esercitare serenamente il proprio diritto di voto, e inoltre la loro dislocazione lascia gravemente scoperte alcune zone, rendendo difficoltoso l’arrivo ai seggi specialmente per i più anziani. Vogliamo dire ai cittadini che con queste condizioni imposte dall’amministrazione sarà difficile andare a votare, ma che proprio per questo è ancora più importante farlo. Facciamo appello a tutti i cittadini perché pur con scarsità di risorse e mezzi il Comitato promotore e tutta la cittadinanza raddoppino il loro sforzo per la buona e partecipata riuscita dell’importante appuntamento di democrazia del 26 maggio.

Inviamo inoltre:

IL VIDEO IN CUI IL GIURISTA ANDREA MORRONE COMMENTA LE ATTUALI CONDIZIONI DI VOTO link

LA MAPPA INTERATTIVA DEI 199 SEGGI PRODOTTA DA ART33  link

Nuovo Comitato Articolo 33

  • Print
  • email
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn

Category: Comunicati stampa  |  Tags: