Nota in merito alle dichiarazioni di Donini

Consideriamo vergognose e ipocrite le dichiarazioni di Donini e di altri esponenti del vasto fronte uscito sconfitto dal referendum che, alla disperata ricerca di recuperare consenso, vorrebbero far credere che il Nuovo Comitato Articolo 33, promotore del referendum per la scuola pubblica di tutti e per tutti, discrimina i bambini figli di cittadini stranieri.

Rapidissimi e pronti ad attaccare ipocritamente il Comitato, restano invece muti in merito al problema sollevato delle “classi ghetto” dove la percentuale bambini figli di immigrati è vicina al 90%.

Sarebbe bastato garantire a tutte le bambine e tutti i bambini la scuola dell’infanzia comunale o statale laica e gratuita, negata loro in nome di miopi politiche di bilancio, per risolvere il problema.
Ora basterà rispettare la volontà dei 50.517 cittadini che il 26 maggio hanno votato per spostare le risorse oggi utilizzate per le scuole private a favore di quelle pubbliche in modo da garantire a tutti e prima di tutto ai più bisognosi il diritto all’istruzione.

Nuovo Comitato articolo 33

  • Print
  • email
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn